• 0

    Your shopping bag is empty.

    Continue shopping

Cartellate

  • Dec 15, 2022

Visitare Matera, camminare o solo ammirare i suoi Sassi e i suoi punti panoramici, è un’esperienza indimenticabile

E proprio da Matera la Cesarina Anna Maria ci presenta la sua ricetta Natalizia: le Cartellate.

 

Queste "rose" di una sottilissima pasta frolla senza uova sono il dolce della tradizione natalizia sia in Basilicata che in Puglia, e a seconda delle zone cambia il condimento. A casa della mia nonna materna si sono sempre preparate la vigilia dell'Immacolata e sempre condite solo con miele e cannella come continuo a fare io a casa mia per la mia famiglia e gli amici. Il profumo di miele e cannella e del fritto con "l'olio buono" mi riporta indietro di tanti anni e mi ricorda che è Natale!

 

 

INGREDIENTI

  • 500 g Farina 00
  • 100 ml Olio extravergine d'oliva
  • 160 ml Vino bianco
  • 1 Clementine
  • 1 cucchiaino Sale
  • 1 cucchiaino Zucchero
  • q.b. Olio di semi di arachide
  • un pizzichi Cannella in polvere
  • 250/300 g Miele (oppure vincotto)
 

 

PROCEDIMENTO

Sbucciare una clementina e conservare la scorza a pezzetti.

In un tegame scaldare l’olio evo e far soffriggere la scorza messa da parte per aromatizzarlo. Allontanare quindi le bucce.

Sistemare la farina a fontana su di una spianatoia e unire un cucchiaino di sale e uno di zucchero.

Amalgamare con una forchetta e unire pian piano l’olio caldo.

Nel frattempo far intiepidire su fuoco basso il vino bianco e, una volta pronto, unirlo alla farina amalgamando il tutto. Impastare energicamente sino a quando il panetto risulterà liscio e omogeneo. Aggiungere un pochino di vino in più se dovesse servire (molto dipende dalla qualità di farina)

Lasciar riposare circa 30 minuti coperto con una ciotola.

Trascorso il tempo. dividere l’impasto in pezzetti e lavorare ogni pezzetto nella macchina per pasta per renderlo ancora più liscio posizionando il rullo sulla tacca numero 1 e poi sulla tacca numero 2.

Alla fine tirare delle sfoglie sottilissime utilizzando l’ultima tacca e adagiarle sul piano lavoro ben infarinato.

Con una rondella dentata, tagliare delle striscioline di 5 cm circa di larghezza e 25/30 cm di lunghezza.

Ogni strisciolina va piegata leggermente su se stessa e pizzicata ogni 4 cm per unire bene i lembi, nel frattempo arrotolarla a spirale pizzicando qualche lato per tenerla unita a rosa.

E’ importante pizzicare bene la pasta, altrimenti le rose potranno aprirsi durante la cottura; consiglio infatti di bagnare con acqua le punta della dita.

Sistemate le cartellate sul piano lavoro e far asciugare per una notte intera.

In un tegame versare abbondante olio per frittura e portarlo a giusta temperatura (circa 170°C)

Friggere le cartellate avendo cura di girarle spesso per ottenere una doratura uniforme.

Allontanarle dall’olio, adagiarle  su carta assorbente con le cavità rivolte verso il basso per eliminare tutto l’olio in eccesso.

Far scaldare abbondante miele o vincotto, immergere le cartellate completamente e sistemarle su un piatto.

 

Recent posts

Recent Post
Jan 13, 2023

Che buona la ...

Recent Post
Dec 28, 2022

Tortellini in...

Recent Post
Dec 16, 2022

Lo sfincione ...

Recent Post
Dec 16, 2022

Pinza Veneziana

Recent Post
Dec 16, 2022

Insalata di C...